Statuto Associazione

Art. 1E’ costituita, ai sensi della legge 383/00, l’associazione di promozione sociale denominata “SICILIAE MUNDI“ che persegue il fine esclusivo della solidarietà sociale, civile, sport, spettacolo, culturale, turismo , trasporti e mobilita’ , tutela dei diritti umani ;

Art. 2 L’associazione ha sede attualmente in Palermo, via Siracusa 1/E, e potrà istituire o chiudere sedi secondarie o sezioni anche in altre città d’Italia mediante delibera del Consiglio Direttivo. La sede potrà essere trasferita con semplice delibera di assemblea. L’associazione è disciplinata dal presente statuto e dagli eventuali regolamenti che, approvati secondo le norme statutari e si rendessero necessari per meglio regolamentare specifici rapporti associativi o attività. L’attività degli associati è svolta prevalentemente a titolo gratuito. E’ ammesso il rimborso delle spese effettivamente sostenute o documentate per lo svolgimento delle attività nei limiti fissati nell’assemblea dei soci. L’associazione , in casi di particolare necessità, potrà assumere lavoratori dipendenti o avvalersi di prestazioni di lavoro autonomo, anche ricorrendo ai propri associati. L’associazione è costituita nel rispetto delle norme della Costituzione Italiana e del codice civile e della legislazione vigente ;

Art. 3La durata dell’associazione è illimitata ;

Art. 4“SICILIAE MUNDI“ è un’associazione che non ha fini di lucro neanche indiretto ed opera esclusivamente per fini di solidarietà politica/sociale. L’associazione si atterrà ai seguenti principi: assenza di fine di lucro,democraticità della struttura,elettività delle cariche associative nel rispetto del principio dalla pari opportunità tra donne e uomini. L’associazione opera in maniera specifica con prestazioni non occasionali ed ha per scopo l’elaborazione,promozione, realizzazione di progetti di solidarietà sociale, tra cui l’attuazione di socio educative e culturali, l’attuazione dei diritti dell’uomo a tutela dello stesso. Lo spirito dell’associazione trova origine nel rispetto dei principi della Costituzione Italiana che hanno ispirato l’associazione stessa e si fondano sul pieno rispetto della dimensione umana,culturale della persona. Per perseguire gli scopi sociali l’associazione in particolare propone: di stabilire rapporti personali capaci di educare e fra crescere i cittadini in situazioni di particolare disagio soggettivo e sociale, di avere attenzione verso situazioni di bisogno presenti sul territorio, di tutelare i cittadini rappresentando gli stessi in tutte le sedi preposte. L’associazione si avvale di ogni strumento utile al raggiungimento degli scopi sociali ed in particolare della collaborazione con gli Enti locali, anche attraverso la stipula di apposite convenzioni,della partecipazione ad altre associazioni,società o Enti aventi scopi analoghi o connessi ai propri. L’associazione potrà inoltre svolgere qualsiasi attività culturale o ricreativa e potrà compiere qualsiasi operazione economica finanziaria per il migliore raggiungimento dei propri fini. L’associazione potrà, esclusivamente per scopo di autofinanziamento e senza fine di lucro , esercitare attività previste dalla legislazione vigente.

Art. 5Possono far parte dell’associazione in numero illimitato tutti coloro che si riconoscono nello Statuto ed intendono collaborare . Possono chiedere di essere ammessi come soci sia le persone fisiche sia le persone giuridiche, sia le associazioni di fatto, mediante inoltro di domanda scritta sulla quale decide senza obbligo di motivazione il Consiglio Direttivo. Soci Fondatori, le persone fisiche o giuridiche che hanno firmato l’atto costitutivo e quelli successivamente ammessi dal Consiglio Direttivo; Soci Operativi, le persone fisiche che aderiscono all’associazione prestando una attività prevalentemente gratuita e volontaria secondo le modalità stabilite dal Consiglio Direttivo e versando una specifica quota stabilita dal Consiglio stesso ; Soci Sostenitori o Promotori, tutti coloro che contribuiscono agli scopi dell’associazione in modo gratuito o mediante conferimento in denaro o in natura, questi non hanno diritto di voto, ma possono partecipare liberamente alle assemblee.

Art. 6Gli associati sono tenuti ad osservare le disposizioni statutarie e regolamentari .

Art. 7La qualità di socio si perde per: mancato pagamento della quota sociale, la decadenza avviene su decisione del Consiglio Direttivo trascorsi tre mesi dal mancato versamento della quota sociale annuale. Dimissioni: ogni socio può recedere dall’associazione in qualsiasi momento dandone comunicazione scritta al Consiglio Direttivo: il recesso avrà decorrenza immediata. Resta fermo l’obbligo per il pagamento della quota sociale per l’anno in corso. La quota associativa è personale, non è rimborsabile e non può essere trasferita a terzi.

Art. 8Le risorse economiche per il conseguimento degli scopi ai quali l’associazione è rivolta e per sopperire alle spese di funzionamento dell’associazione saranno costituite: dalle quote annue, da eventuali proventi derivanti da attività associative, da ogni altro contributo, compresi donazioni, lasciti o rimborsi dovuti a convenzioni,che soci, non soci, enti pubblici o privati, diano per il raggiungimento dei fini dell’associazione, entrate derivanti da attività commerciali e produttive, e proventi delle cessioni di beni e servizi agli associati e a terzi;

 Art. 9Sono organi dell’associazione: l’Assemblea dei soci, il Consiglio Direttivo , il Presidente e tutte le cariche elettive sono gratuite, è ammesso il solo rimborso delle spese.

Art. 10L’assemblea è convocata presso la sede sociale o altrove purchè nel territorio nazionale. Essa deve inoltre essere convocata ogni qualvolta ciò venga richiesto dal Presidente dell’associazione,dal Consiglio Direttivo. La convocazione è fatta dal Presidente dell’associazione o da una persona dallo stesso delegata, mediante comunicazione raccomandata o PEC o consegnata a mano almeno otto giorni prima della data della riunione . Nella convocazione dovranno essere specificati l’ordine del giorno , la data, il luogo e l’ora dell’adunanza,sia di prima che di eventuale seconda convocazione.

Art. 11Hanno diritto di intervenire all’assemblea i soci in regola con il versamento della quota sociale. Non sono ammesse piu’ di tre deleghe alla stessa persona. Ogni socio ha diritto ad un voto. Le deliberazioni dell’assemblea in prima convocazione sono prese a maggioranza di voti con la presenza fisica. L’assemblea è presieduta dal presidente dell’associazione o in sua assenza dal Vicepresidente o, in assenza di quest’ultimo da un membro del Consiglio Direttivo designato dal Presidente. Le funzioni di segretario sono svolte dal segretario dell’associazione o in caso di suo impedimento nominato dall’assemblea. I verbali dell’assemblea saranno redatti dal segretario, e firmati dal presidente e dal segretario stesso. Le decisioni prese dall’assemblea, sia ordinaria che straordinaria, impegnano tutti i soci sia dissenzienti che assenti.

Art. 12Il Consiglio Direttivo è composto da un numero di membri non inferiore a tre, e non superiore a undici, incluso il Presidente. Il Consiglio Direttivo nomina tra i suoi membri il Presidente, il Vicepresidente, il tesoriere ed il segretario. Sarà facoltà del Consiglio Direttivo preparare e stilare un apposito regolamento che conformandosi alle norme del presente statuto,dovrà regolare gli aspetti pratici e particolari della vita dell’associazione. I membri del Consiglio Direttivo durano tre anni e sono rieleggibili. Il Consiglio Direttivo viene convocato su invito del Presidente ogni qualvolta se ne dimostra l’opportunità. Per la validità delle riunioni del Consiglio Direttivo è necessaria la presenza della maggioranza dei membri dello stesso. La riunione è Presieduta dal Presidente dell’associazione o, in caso di sua assenza dal Vicepresidente. Le funzioni di segretario sono svolte dal segretario dell’associazione o in caso di sua assenza da persona designata da chi presiede la riunione. Le deliberazioni sono prese a maggioranza di voti; in caso di parità prevale il voto di chi presiede.

 Art. 13Il Presidente dura in carica tre anni. La prima nomina è ratificata nell’atto costitutivo. Il Presidente ha la rappresentanza dell’associazione nei confronti di terzi e presiede l’adunanza del Consiglio Direttivo e dell’assemblea dei soci. Il Presidente ha i poteri della normale gestione ordinaria dell’associazione e gli potranno essere delegati altresì poteri che il comitato direttivo ritenga di delegargli. Qualora la votazione del Consiglio Direttivo abbia esito pari, il voto del Presidente vale doppio. Compete al Presidente: predisporre le linee generali del programma delle attività dell’associazione, vigilare sulle strutture e sui servizi dell’associazione, determinare i criteri organizzativi che garantiscono efficienza,efficacia,funzionalità e puntuale individuazione delle opportunità ed esigenze per l’associazione, emanare i regolamenti interni degli organi e strutture dell’associazione. Il Presidente individua, istituisce e presiede comitati operativi, tecnici e scientifici determinandone la durata, le modalità di funzionamento, gli obiettivi ed i compensi.

Art. 14Per quanto non contenuto nel presente statuto,valgono le norme ed i principi del codice civile.